Teatro Massimo 2008: assestamento

By admin on Luglio 16, 2016 — 4 mins read

Teatro Massimo 2008: assestamento. Nel 2008 era urgente e indispensabile liberarsi di alcuni cascami legati alla grafica precedente, cosa che riuscì interamente nelle illustrazioni ma durò ulteriore fatica nel layout e nei colori istituzionali, perché si dovette attendere ancora prima di sbarazzarsi definitivamente del Pantone 451 (stampato male dal partner tipografico calabrese che a quell’epoca aveva l’appalto e sul quale spesso bluffava con tempi e lavorazioni, sapendo che nessuno sarebbe andato fino a lì per lamentarsi; stampato malissimo dai fornitori laser che lo traducevano sempre in marroncino verdastro). Le illustrazioni bipartite cercavano di alludere di volta in volta alle polarità drammaturgiche di ciascun titolo: bene e male, regina e re… oppure a percorsi di formazione (il cigno, il libertino). Nella serie dedicata ai concerti, dovendo sfruttare lo spazio ridotto, la bipartizione venne adattata tenendo in alto un’illustrazione e in basso il programma musicale della serata.

Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008
Teatro Massimo 2008